Se La mia vita fosse un libro

GIORNATA CONCLUSIVA PROGETTO INTEGRATO FONDAZIONE CASA CARDINALE MAFFI ONLUS U.O. OLMARELLO “SE LA MIA VITA FOSSE UN LIBRO”

ASL. NORD OVEST TOSCANA  “CENTRO DELLE OCCASIONI” DI NAZZANO

Il progetto è stato pensato e realizzato in collaborazione con il “Centro delle Occasioni” di Nazzano, Centro Diurno per pazienti psichiatrici del Distretto di Salute Mentale dell’ Asl nord ovest toscana ed è partito nell’inverno 2016 coinvolgendo un gruppo di 7 persone residenti nell’Unità Operativa di Olmarello e 9 pazienti in cura sul territorio ma frequentanti il Centro.

se la mia vita fosse un libroQuesto progetto, è nato dall’esigenza di trovare la modalità giusta per promuovere l’integrazione dei nostri assistiti con altre persone che stanno vivendo esperienze simili alla loro nel territorio, integrazione che diventa importante per il cammino individuale di ogni persona.

 

 

Ogni incontro del progetto ha visto una ricca e viva partecipazione sia per gli assistiti di Olmarello che per gli utenti del Centro che hanno trovato in questa esperienza un momento di incontro profondo e stimolante, in cui riuscire a raccontare di se con la finalità di condividere per crescere e riflettere sui propri percorsi.

Tutti i racconti sono stati trascritti e raccolti  al fine di lasciare traccia e memoria di sé e dell’attività svolta e per essere valorizzati sono stati pubblicati dando vita a “SE LA MIA VITA FOSSE UN LIBRO”  che sarà presentato al pubblico con grande soddisfazione.

SCARICA LA LOCANDINA DELL’EVENTO

 

Il Mio Dono

Vi chiediamo di esprimere la vostra preferenza per la nostra istituzione Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus nell’ambito dell’iniziativa Unicredit Il Mio Dono. Vi chiediamo inoltre di diffondere l’iniziativa a tutti i collaboratori, parenti e amici tale da poter avere un gran numero di preferenze, attraverso le quali si pensa ci sarà un beneficio economico per le tante nostre iniziative a favore dei nostri assistiti.
Non trascurate questo appello che è molto sentito dalla Direzione e ancor più deve essere sentito da tutti quanti noi!!!

Il Mio Dono Unicredit - Fondazione Maffi

UniCredit rinnova il suo impegno solidale con l’iniziativa “La formula della solidarietà”, nuovo appuntamento del progetto “1 voto, 200.000 aiuti concreti”, per donare 200.000€ da distribuire tra le Organizzazioni Non Profit più votate iscritte a ilMioDono.

Grazie al tuo voto, la Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus potrà ricevere una parte della donazione da 200.000€ offerta da UniCredit a ilMioDono.

Bisogna solo votare per esprimere la propria preferenza alle iniziative e/o Progetti della FONDAZIONE MAFFI.
Farlo è semplicissimo !!!!!
Collegati al sito di UNICREDIT, “IL MIO DONO”, poi ricerca organizzazione “ MAFFI” e successivamente segui le istruzioni per votare tramite facebook oppure tramite email.

VOTARE NON COSTA NULLA !!!!

Ma più voti si accumulano più avremo AIUTI CONCRETI grazie a UNICREDIT.
Diffondi questo messaggio a tutti i tuoi amici e ci aiuterai a sostenere tutte le nostre ATTIVITA’.

1° MAFFINSAGRA – 24 giugno 2016

Si terrà venerdì 24 giugno 2016 la prima edizione della “maffinsagra”, organizzata dalla Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus presso la struttura di Villa San Giuseppe a Fivizzano (MS).

Per consentire una adeguata organizzazione è gradita la prenotazione:
telefono 0585.9422.11
mail ilaria.lombardi@fondazionemaffi.it

maffinsagra2016

 

Scarica la locandina dell’evento

Progetto Sole

progetto soleLa Giunta Regionale Toscana con propria deliberazione n.1194 del 9 dicembre 2015 ha approvato il Progetto di Sperimentazione in favore di adulti inabili ed anziani non autosufficienti con disabilità fisica e psichica .

I nuovi percorsi assistenziali denominati “Progetto Sole” sono stati elaborati dalla Fondazione, anche su sollecitazione dei familiari della RSD di Collesalvetti, in sinergia con la Società della Salute Bassa Val di Cecina e con la Zona della Val di Cornia dopo un’attenta analisi dei bisogni territoriali.

Lo sviluppo del Progetto, dedicato a persone con disabilità psico/fisica, prevede una sperimentazione della durata di 1 anno da  realizzarsi in idonei ambienti Immagine 027della RSA di San Pietro in Palazzi con percorsi innovativi caratterizzati dalla presenza di un clima comunitario di tipo familiare, con la suddivisione in 2 moduli, a seconda della prevalenza del tipo di disabilità, così da rispettare il carattere di omogeneità modulare,  l’appropriatezza degli interventi e la personalizzazione degli stessi.

I nuovi percorsi assistenziali saranno caratterizzati dalla presa in cura delle persone da parte dell’équipe multidisciplinare della Residenza in stretta sinergia con i Servizi del territorio. L’obiettivo è quello di offrire non solo una soluzione di tipo residenziale ma anche progetti di vita ampi e personalizzati che prevedono soluzioni diverse rispetto all’istituzionalizzazione a tempo indeterminato.

 

12698904_831460320298054_261471391_o12696541_831460186964734_1120543808_o

La costituzione di percorsi flessibili permetterà una permanenza, all’interno della Residenza, anche temporanea della persona, con la possibilità di favorire un rientro in famiglia o in strutture a minor intensità assistenziale, laddove possibile.

 

Immagine 024Altro elemento significativo sarà costituito dalla particolare attenzione ad azioni educative, finalizzate al mantenimento delle autonomie residue della persona nonché ad attività ludico ricreative sia interne alla struttura che esterne, con l’ampio coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni di volontariato presenti sul territorio, in modo da favorire la massima integrazione della persona con l’ambiente di riferimento, contrastando processi di esclusione.

Immagine 060Il modulo dedicato alle persone portatrici di disabilità fisica consentirà la permanenza in un ambiente consono alle  necessità e alle abitudini di vita delle persone che hanno completato il percorso di riabilitazione estensiva  nelle Residenze Sanitarie per disabili e, tra queste, l’Istituto S. Caterina di Collesalvetti di proprietà della Fondazione.

Apertura Straordinaria della Porta Santa

portasantaLa porta d’ingresso  del 7° reparto adiacente al piccolo giardino interno della R.S.A. di San Pietro in Palazzi, della Fondazione Casa Cardinale Maffi diventerà una Porta Santa, ovvero uno dei segni più importanti del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.

A similitudine della Porta di Carità voluta dal Papa, che è senza precedenti nella storia dei Giubilei, nella Parrocchia di San Pietro Apostolo di San Pietro in Palazzi, il vescovo dell’Arcidiocesi di Pisa, Mons. Giovanni Paolo Benotto, mercoledì 17 Febbraio  alle ore 15.30 aprirà una Porta Santa alla Fondazione Casa Cardinale Maffi

Grazie alla novità introdotta dal Papa, infatti, saranno numerose le Porte aperte in tutto il Mondo e decise dalle Chiese locali. Il tutto in accoglienza delle indicazioni papali che vedono come punti privilegiati per l’apertura di Porte Sante le carceri, gli ospedali, i centri di assistenza per disabili , le Residenze Socio Sanitarie per gli anziani.

Non più soltanto le quattro Porte delle Basiliche romane, murate e aperte solo in occasione degli anni giubilari, ma una moltiplicazione di Porte per facilitare l’incontro dell’umanità con la Misericordia, che dà il titolo al Giubileo.

Una Porta Santa, quella che sarà aperta alla Fondazione Casa Cardinale Maffi, dedicata alle persone in stato di bisogno. Condizione per tutti coloro ospiti,  parenti, volontari, che per necessità si trovano ad entrare nella Residenza Sanitaria Assistenziale

Varcare la Porta Santa esprime il desiderio di incontrare Dio, ricorda il primo ingresso in Chiesa e segna il passaggio dalla ferialità alla festa.

PercorsoPen2

“Un Anno Santo, dunque, per vivere la misericordia” ha detto Papa Francesco. “Questo Anno Santo ci è offerto per sperimentare nella nostra vita il tocco dolce e soave del perdono di Dio, la sua presenza accanto a noi e la sua vicinanza soprattutto nei momenti di maggiore bisogno”.

 

Il programma prevede il raduno dei partecipanti alle ore 15,30  presso il cancello laterale di Via Aurelia Nord, 11 come da programma allegato.

19/09/2015, Castiglioncello “Alzheimer: nuove sfide e reti di sostegno”

Sabato 19 settembre 2015 Fondazione casa Cardinale Maffo Onlus e AIMA Firenze organizzano presso il Castello Pasquini a Castiglioncello (LI) il convegno dal titolo

“Alzheimer: Nuove sfide e reti di sostegno”

Il convegno si rivolge a tutti gli operatori sanitari (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori professionali, terapisti occupazionali, tecnici della neuro e psicomotricità, logopedisti, psicologi…), assistenti sociali, operatori socio sanitari, counselor, familiari di persone con Malattia Alzheimer e/o demenze.

Il convegno è accreditato ECM per tutti i professionisti della salute per un numero massimo di 100 partecipanti.

 

AGGIORNAMENTO di venerdì 11 settembre 2015
LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE PER ESAURIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI

 

Brochure Convegno 19.09.2015

 

 

Brochure Convegno 19.09.2015

Quadrangolare di Calcio a Gragnola (MS)

Martedì 21 luglio 2015 alle ore 19.00
secondo appuntamento con il quadrangolare di calcio a 5 organizzato dalla Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus, RSA Villa San Giuseppe di Fivizzano, che si svolgerà presso il campo di Gragnola.

Si sfideranno le squadre rappresentanti locali di: operatori della Fondazione Casa Cardinale Maffi, Carabinieri, personale dell’ospedale e volontari della pubblica assistenza,

In questa occasione il tifo non e’ un malattia… partecipate numerosi!!!

Alla fine del torneo l’associazione storico culturale La Valle Dell’AquilaDSC_3484 darà la possibilità di cenare a chi fosse interessato.

locandina calcetto 2015