Gita all’Acquario di Livorno

Un gruppo di ospiti della Fondazione Casa Cardinale Maffi di Cecina e tre accompagnatori stamani hanno partecipato ad una gita organizzata per visitare l’Acquario di Livorno, una bella struttura che contiene molte specie di pesci  autoctoni e alcune specie tropicali, che recentemente ha vissuto una fase di restyling.

Con il pulmino della Fondazione siamo arrivati sul lungomare livornese, vicino alla terrazza Mascagni dove si trova l’acquario.

Al nostro arrivo ci siamo trovati in  un grande parcheggio assolato ed una bella struttura, si e’ presentata ai nostri occhi,  appena percorsi pochi metri.

Una volta entrati nell’atrio accogliente e refrigerato e fatti i biglietti abbiamo intrapreso il nostro viaggio.

Un percorso a tratti buio, in un’atmosfera fresca ed umida che si snodava tra rocce e grotte artificiali ci ha introdotto in modo suggestivo ad esercitare il senso più sollecitato in questa visita: la” vista”.

Difatti iniziavano a snodarsi davanti ai nostri occhi tante piccole vasche ben illuminate e sgargianti nei colori dei suoi abitanti  proprio dopo  pochi passi dall’ingresso dell’acquario.

Contenevano stelle e cavallucci marini, gamberetti, anemoni di mare, coralli e altre specie comuni all’immaginario collettivo di colui che pensa ad un abitante del mare… ed erano percio’ molto evocative.

Di lì a poco un polpo, proprio di quelli comuni, ma grosso e ben piazzato, abbarbicato alla sua roccia  ci ha accolto sgambettando e fissandoci con i suoi occhi piccoli e tondi,  sembrava dirci “…..attenti io so’ un porpo di SCOLLIO…..”, come direbbe un vero livornese, mentre poco più avanti due piccole vasche, rotonde di un azzurro intenso ci mostravano il loro contenuto…..tante piccole e fosforescenti meduse bianche. Bellissimo spettacolo, di una suggestione molto particolare.

E cosi’ via, tutto il percorso è stato una continua scoperta di vasche dalle forme più o meno strane, più o meno grandi o evocative, come l’arco di vetro dentro il quale i pesci passano sopra la testa dei visitatori…

Abbiamo visto tartarughe marine, piccoli squali, piccoli tonni, e tante orate, spigole dentici, saraghi… e molto altro di quel pesce che nei nostri mari viene regolarmente pescato per la nostra quotidiana alimentazione…

Moltissimi piccoli pesci tropicali, invece… dai colori sgargianti e anche fosforescenti…. si son fatti ammirare da tutti, proprio grazie a queste loro caratteristiche cromatiche, facendoci pensare ad un mondo di fiaba, dove i pesci son tutti descritti così  belli e dai colori vivaci.

Ad un certo punto nello snodarsi del percorso siamo approdati ad una sala con un pescecane riprodotto a grandezza naturale, con le fauci aperte ed i denti affilati bene in mostra….uno spettacolo impressionante….

Al termine del percorso ci siamo accorti che era ora di pranzo, e che avevamo fame.

Un piccolo ristorantino inserito nella struttura dell’acquario in stile americano, che richiamava un po’ alla mente le scenografie del telefilm Happy days, ci ha accolto  e rifocillato con hamburger, patatine fritte ed insalata e infine un bel gelato per tutti!!

Una giornata ben trascorsa e terminata…ma… soprattutto da ripetere ancora.

Lascia un commento