metamorfosi

Anche quest’anno alcuni nostri assistiti, saputo dell’annuale concorso indetto dall’ U.O. di Olmarello, si sono dedicati a produrre dipinti e poesie per poter partecipare degnamente a questa iniziativa che li ha già visti più volte vincitori e che sempre frequentiamo con entusiasmo.

Marino Pietrelli e Francesca Mussi hanno scritto due elaborati poetici molto diversi fra di loro ma ugualmente toccanti che evidentemente hanno avuto la capacità di emozionare la giuria: infatti Francesca ha vinto il secondo premio e Marino il terzo!

Tra i nostri numerosi pittori si è invece aggiudicato il primo meritatissimo premio Stefano Cardullo con un quadro a china in bianco e nero che in modo evocativo interpretava il tema della metamorfosi.

In occasione della giornata della premiazione abbiamo deciso di rendere omaggio a Giuseppe Ditta, nostro assistito prematuramente scomparso da pochi mesi che tutto il personale dell’U.O. di Fivizzano  ricorderà sempre con nostalgia e amore.

Giuseppe era una persona con un grande cuore, un sorriso contagioso ed anche un grandissimo pittore dal tratto pop e dai colori accesi che attraverso l’arte ha tentato di affrontare con meno paura anche l’ultima prova della vita, costantemente sostenuto dal grande affetto, dalla professionalità e dall’umanità del personale operativo di Fivizzano come è stato anche sottolineato dalla sorella di Giuseppe, Mariella e dal cognato, Valerio che hanno preso parte a questo momento con commozione e gratitudine.

Ecco le poesie vincitrici:

METAMORFOSI

Ho mutamento

Che non si fa in un momento

D’inverno spoglie

In primavera si metton le foglie.

Poi fiori e frutti

Che piacciono a tutti.

Dei bei colori è orna la via.

Sono i fiori rosa bianchi

E sono tanti.

Prima di tutto

Ogni fiore e ogni frutto,

A frutto maturo

Piace sicuro.

Marino Pietrelli 2013

LA VITA 

Nasci

E non ti rendi conto

Di dove sei.

Una mano ti strappa al caldo grembo

Di tua madre

E li

Comincia la tua

Metamorfosi.

In salita

Cominci

A camminare

E poi su

L’asilo, la scuola, il liceo, l’università

Tutti si aspettano grandi cose

Da te.

Magari tu vorresti fare altro

Ma la tua metamorfosi

È al punto che

Ti sposi

Ed eccoti papà

Di un esserino che comincia

La sua metamorfosi.

E tu senza accorgerti

Pretenderai il massimo da lui.

  Francesca Mussi 2013

100_3092100_3090

Lascia un commento