Notte Clara terza ediz. 18 luglio 2012: grande successo per “Il paese delle meraviglie”!

Ad aprire la giornata di eventi sono stati i ragazzi ospiti della RSD Santa Caterina e del Centro Diurno Il Mosaico di Collesalvetti e della Casa-famiglia Borrelli di Stagno:  un gruppo di trenta persone disabili è andato in scena con “Il paese delle meraviglie” nella Sala Spettacolo, gremita nonostante il grande caldo estivo, tanti applausi ed emozioni alle stelle!

Al grande successo dei bravi attori ha contribuito la positiva collaborazione con il Comune di Livorno, la Commissione Pari Opportunità e la Casa Famiglia di Stagno.

Impagabile il lavoro di gruppo  della struttura svolto con motivazione e professionalità ad ogni livello, da équipe,  addetti alla riabilitazione, operatori assistenziali, infermieri, guardarobiera, ecc.

Riportiamo fedelmente le impressioni dei nostri attori:

Claudio Gasperini: “Mi è piaciuta la recita fatta al teatro in paese. Contento quando la gente applaudiva. Il buio della sala non mi dava noia. Mi piacerebbe ripetere questa esperienza. Mi è piaciuto fare la parte di Fantasio e mascherarmi”

Francesco Lupi: “Mi è piaciuta la recita fatta al teatro in paese. Contento quando il pubblico applaudiva. Il buio della sala non mi dava noia. Mi piacerebbe ripetere questa esperienza al teatro in paese. Mi  è piaciuto fare la parte di Morfeo e mangiare i pop corn”

Marco Alvisi: “Mi è piaciuto recitare al teatro in paese. Contento quando la gente applaudiva e mi diceva bravo! Il buio in sala non mi dava noia, era bello! Mi piacerebbe ripetere questa esperienza. Mi piaceva tanto il costume del Bianconiglio che avevo: le orecchie, i guanti, la cravatta, la maglia nera e i pantaloni”

Enzo Cecchi: “Mi è piaciuto recitare al teatro in paese. Contento quando la gente applaudiva e mi diceva bravo e la zia mi guardava!. Il buio in sala mi piaceva. Mi è piaciuto fare la parte del cappellaio matto e vestirmi col cappello e vestirmi di nero. Mi piacerebbe ripetere questa esperienza”

Antonio Del Sarto: “Mi è piaciuto andare a recitare al teatro in paese. Contento quando la gente applaudiva. Mi è piaciuto il costume che indossavo. Il buio della sala non mi dava noia. Mi piacerebbe ripetere questa esperienza”

Graziella Lucchesi: “Mi è piaciuto recitare in teatro. Ero contenta quando la gente applaudiva. Il costume che indossavo mi piaceva  e mi è piaciuto fare la parte di Alice e della cliente nella Parrucchiera pasticciona. Il buio della sala non mi disturbava. Mi piacerebbe ripetere questa esperienza.”

Claudio Davini: ” …Il giorno dello spettacolo…C’era tanta gente e mi sono emozionato!”

Paola Tacchi: “…Il giorno dello spettacolo…è stato bello perché mi è garbato e mi sentivo tranquilla e felice!”

Paola Di Lupo: “…Il giorno dello spettacolo… ero contenta matta perché c’era a vedermi il pubblico ed è stata un’esperienza indimenticabile, da rifare!”

Antonella Ferrante: “E’ stata una bella esperienza e sono molto contenta”

Monica Baldacci: “Hanno ballato e ci siamo divertiti tanto. E’ andato tutto bene, siamo stati bene …era caldo però! Ero emozionata, era tanto che non lo facevo! Hanno cantato, suonato, ballato! Io facevo il leprotto con la tazza, mi sono spaventata perché è cascata la Graziella… Il più bravo è stato l’Alvisi perché lui si diverte di più. Lui balla! Sembrava tutto buio, di essere di dicembre. Si stava comunque bene… Speriamo che chi è venuto a vedermi mi tornasse a trovare!” 

Salvatore Stancanelli: “Gli è piaciuto il teatro! Salvatore si è divertito!”

Grazie a tutti i partecipanti!

Si invita alla visione delle immagini.

Lascia un commento