Progetto Sole

progetto soleLa Giunta Regionale Toscana con propria deliberazione n.1194 del 9 dicembre 2015 ha approvato il Progetto di Sperimentazione in favore di adulti inabili ed anziani non autosufficienti con disabilità fisica e psichica .

I nuovi percorsi assistenziali denominati “Progetto Sole” sono stati elaborati dalla Fondazione, anche su sollecitazione dei familiari della RSD di Collesalvetti, in sinergia con la Società della Salute Bassa Val di Cecina e con la Zona della Val di Cornia dopo un’attenta analisi dei bisogni territoriali.

Lo sviluppo del Progetto, dedicato a persone con disabilità psico/fisica, prevede una sperimentazione della durata di 1 anno da  realizzarsi in idonei ambienti Immagine 027della RSA di San Pietro in Palazzi con percorsi innovativi caratterizzati dalla presenza di un clima comunitario di tipo familiare, con la suddivisione in 2 moduli, a seconda della prevalenza del tipo di disabilità, così da rispettare il carattere di omogeneità modulare,  l’appropriatezza degli interventi e la personalizzazione degli stessi.

I nuovi percorsi assistenziali saranno caratterizzati dalla presa in cura delle persone da parte dell’équipe multidisciplinare della Residenza in stretta sinergia con i Servizi del territorio. L’obiettivo è quello di offrire non solo una soluzione di tipo residenziale ma anche progetti di vita ampi e personalizzati che prevedono soluzioni diverse rispetto all’istituzionalizzazione a tempo indeterminato.

 

12698904_831460320298054_261471391_o12696541_831460186964734_1120543808_o

La costituzione di percorsi flessibili permetterà una permanenza, all’interno della Residenza, anche temporanea della persona, con la possibilità di favorire un rientro in famiglia o in strutture a minor intensità assistenziale, laddove possibile.

 

Immagine 024Altro elemento significativo sarà costituito dalla particolare attenzione ad azioni educative, finalizzate al mantenimento delle autonomie residue della persona nonché ad attività ludico ricreative sia interne alla struttura che esterne, con l’ampio coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni di volontariato presenti sul territorio, in modo da favorire la massima integrazione della persona con l’ambiente di riferimento, contrastando processi di esclusione.

Immagine 060Il modulo dedicato alle persone portatrici di disabilità fisica consentirà la permanenza in un ambiente consono alle  necessità e alle abitudini di vita delle persone che hanno completato il percorso di riabilitazione estensiva  nelle Residenze Sanitarie per disabili e, tra queste, l’Istituto S. Caterina di Collesalvetti di proprietà della Fondazione.

Lascia un commento