Rosignano Solvay (LI)

Via delle Pescine, 126
57016 – Rosignano Solvay (LI)
telefono 0586.769262
fax 0586.764823

 

La struttura, situata nella frazione di Rosignano Solvay, eroga servizi sociosanitari e assistenziali in regime residenziale e semiresidenziale (R.S.A. e Centro Diurno) in favore di persone anziane non autosufficienti con un Modulo specialistico Cognitivo Comportamentale per persone affette da morbo di Alzheimer. Complessivamente dispone di 40 posti letto e di 10 posti di Centro Diurno.

La  Residenza offre un’ampia gamma di servizi che possa prevedere anche percorsi interni di continuità dalla semi residenzialità alla residenzialità per rispondere alle sempre più diversificate esigenze della popolazione anziana.

La struttura è Autorizzata al funzionamento dal Comune di Rosignano M.mo, è accreditata ed è convenzionata con l’Azienda USL 6 di Livorno.

E’ dotata di proprio Regolamento Interno in cui sono esplicitati i servizi e le modalità di erogazione degli stessi. Clicca qui per scaricare il regolamento interno della struttura in formato PDF.

La RSA si articola su due piani ed è dotata di un’ampia area verde circostante e di 2 giardini interni protetti. L’edificio comprende anche il Centro Diurno Alzheimer con accesso diretto ad uno dei giardini protetti e dispone altresì di un ulteriore area verde molto ampia, protetta, attrezzata anche per attività all’aperto.

 

Le figure professionali coinvolte nei processi assistenziali sono: la Responsabile, i medici specialisti (geriatra e psichiatra), il coordinatore infermieristico, gli infermieri professionali, i terapisti della riabilitazione, l’educatore professionale, il musicoterapista e gli operatori socio assistenziali  (OSA, OSS).

Particolare rilievo viene dato alle attività educativo-riabilitative e ludiche che vengono effettuate sulla base di progetti personalizzati, in piccoli gruppi con il più ampio coinvolgimento di associazioni di volontariato, scuole, parrocchie. Tali attività offrono agli assistiti un’occasione per recepire ed esprimere la propria creatività in forme e linguaggi differenti e per scoprirne gli aspetti molteplici grazie anche e soprattutto alla condivisione dell’altro al FARE a al FARE INSIEME in un ambiente “protetto” che favorisca autostima e confronto .

Il processo riabilitativo favorisce la relazione, l’integrazione del gruppo e l’instaurarsi all’interno di esso di modalità di cooperazione e di condivisione non selettive, competitive, concorrenziali.

Per raggiungere gli obiettivi sopra citati sono state programmate e strutturate varie attività al fine di ATTIVARE, RIABILITARE, FARE INSIEME :

ATTIVITA’ STRUTTURATE INTERNE

  • ATTIVITA’ DI INTRATTENIMENTO (feste, giochi, gite, uscite al mercato, progetto mare, proiezioni, ascolto musica, canto e ballo, lettura giornale)
  • ATTIVITA’ MOTORIE  (ginnastica dolce; cyclette;mobilizzazione passiva; psicomotricità con riconoscimento e denominazione parti del corpo)
  • ATTIVITA’ O LABORATORI DI MANIPOLAZIONE ( decoupage, produzione di oggettistica utilizzando vari materiali es. legno,pasta di sale, carta crespa, mollette etc.)
  • ATTIVITA’ DI STIMOLAZIONE COGNITIVA  (stimolazione area cognitiva e sensoriale: percezione, attenzione, analisi, vocabolario, associazione, sintesi, ragionamento astratto, rievocazione, calcolo, prassia, utilizzando tecniche di stimolazione cognitiva come R.O.T., Reminescenza etc.)

ATTIVITA’ STRUTTURATE CON ESPERTI

  • Attività di MUSICOTERAPIA: Si tratta di un intervento di carattere preventivo e terapeutico-riabilitativo che utilizza l’espressione  musicale, intesa come l’intero mondo del suono propriamente detto: musica-suono-ritmo/suono-movimento-vocalità finalizzandolo alla stimolazione e allo sviluppo di funzioni quali: affettività, motricità, linguaggio.
    Il laboratorio è guidato dalla musico terapista Maria Rosa Carrai e coadiuvato dalle varie figure professionali addette alla riabilitazione.
    L’intervento di musicoterapia nelle nostre tre U.O., ha riscontrato, nel corso degli anni, risultati molto positivi creando un clima di gruppo molto accogliente, favorendo pertanto la socializzazione e l’integrazione, mantenendo o migliorando le capacità residue degli assistiti (crescita dei  livelli di attenzione, partecipazione e attivazione spontanea).
  • Attivita’ di ARTE E PITTURA con il coinvolgimento di un esperto, volontario Sig. Mauro Gani. Il laboratorio condotto dall’esperto e coadiuvato dall’educatrice sta andando avanti da parecchi anni e prevede la produzione di oggettistica varia attraverso l’utilizzo di diversi materiali ( creta, tempera, carta e cartoncini) e tecniche.

PROTOCOLLI D’INTESA E PROGETTI CON ISTITUTI SCOLASTICI

Uno degli obiettivi prioritari della Fondazione è quello di promuovere un avvicinamento tra il mondo giovanile e il mondo della cosiddetta “terza età” per favorire una reciproca influenza positiva. Spontaneità ed improvvisazione spesso caratterizzano l’interessamento dei ragazzi ai bisogni del territorio nel quale vivono e alle fasce sociali più deboli. Occorre quindi favorire percorsi di accompagnamento dei giovani verso una maggiore consapevolezza di ciò che “l’azione solidale” comporta nella gestione del proprio tempo, delle proprie competenze e della propria emotività.

La Fondazione ha scelto come campo d’azione privilegiato la Scuola, che rappresenta un luogo ideale per la promozione del valore della solidarietà, della cittadinanza attiva attraverso Progetti/Protocolli che possano contribuire alla formazione delle giovani generazioni per una società più aperta e attenta all’altro.

Alcune scuole ed associazioni che collaborano con la RSA di Rosignano Solvay:

  • Istituto alberghiero “E. Mattei” di Rosignano Solvay
  • Istituto I.S.I.S Marco Polo di Cecina
  • Scuola Elementare di Riparbella
  • Scuola Media “G.Fattori” di Rosignano Solvay
  • Associazione sportiva Efesto
  • Volontari della parrocchia di Santa Teresa di Rosignano
  • AUSER “Filo d’argento” di Cecina e Rosignano

LEGGI TUTTE LE NEWS RIGUARDANTI LA STRUTTURA