Uno slogan per vivere

slogan_vivere (2)Interessante e ricco di emozioni l’evento conclusivo del Progetto Integrato “ Una lezione di vita: accidenti agli incidenti” che si è svolto sabato 17 maggio all’auditorium di Cecina.
Tanti gli interventi in programma per promuovere una nuova cultura della Sicurezza e per incentivare i giovani ad assumere comportamenti sempre più consapevoli e responsabili.
Ha moderato l’incontro la D.ssa Arianna Cerretti, Responsabile del Servizio Educativo riabilitativo della Fondazione Casa Cardinale Maffi che insieme alla Presidente dell’Associazione “A.TRA.C.TO.” traumi cranici della Regione Toscana, Sig.ra Ivana Cannoni, ha promosso e sviluppato l’intero progetto coinvolgendo il Comune di Cecina, la Polizia municipale e due classi di alunni degli Istituti “M. Polo” ed “E. Fermi”.

slogan_vivere (5)slogan_vivere (3)slogan_vivere (4)
Sono intervenuti l’Assessore alla viabilità, Michele Grosso, facendo le veci anche del Sindaco e l’Assessore ai Servizi Sociali, Lia Burgalassi. Come rappresentanza della Fondazione sono intervenuti il Direttore Generale Massimo Rapezzi e la Dr.ssa Chiara Goretti per illustrare il nuovo Progetto “Aurora” , una realtà che nasce da poco sul territorio per dare una risposta alle persone “in stato vegetativo” o “di minima coscienza”, condizione clinica che purtroppo statisticamente risulta come conseguenza di gravi incidenti stradali.

Sono state molto significative e toccanti le testimonianze dal vivo delle persone iscritte all’Associazione ATRACTO che hanno partecipato all’incontro per raccontare la loro storia di vita segnata purtroppo da un grave incidente stradale con conseguenze medio gravi sia a livello cognitivo che motorio.

slogan_vivere (1)L’ultima parte dell’incontro è stata dedicata alla presentazione di tutti gli elaborati realizzati dagli alunni, suddivisi in piccoli gruppi di lavoro, attraverso video, disegni, tele, lettere e testate di giornale. Un bellissimo lavoro quello svolto dagli alunni che hanno saputo conquistare per originalità, capacità comunicativa e complessità esecutiva.
La Giuria infatti ha premiato i lavori sulla base di questi tre aspetti ma ha consegnato a tutti attestati e gadget con la scritta “ accidenti agli incidenti” affinché rimanga traccia di tutto ciò che è stato seminato e non si disperda ma anzi venga interiorizzato o meglio ancora trasmesso nell’ ottica della “peer-education”.

Un ringraziamento speciale va alla Scuola di Guida Baroncini di Cecina che insieme alla Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus e all’Associazione ATRACTO si sono impegnati al fine di garantire premi “speciali” ai gruppi di lavoro vincitori del Concorso “Uno slogan per vivere”.

Lascia un commento